Venerdì, 12 Luglio 2019 10:09

CUS Hockey: l'Italia delle Mastiff in semifinale ai WRG2019!

itacanada

L'Italia dell'hockey in line femminile fa l'impresa contro il Canada, e per la prima volta nella sua storia accede alla semifinale dei WRG di Barcellona. 

La squadra azzurra, che conta su un massiccio apporto del CUS Verona, con ben otto giocatrici su sedici appartenenti al mondo CUS, ha sconfitto la nazionale nordamericana per la prima volta, dopo i rigori. 50 minuti di autentica battaglia, finita 3-2, che ha visto le cussine Biondi, Stocker, Guazzi, Bisi, Cipriano, Roccella R., Roccella S. e Piccinini difendere i colori azzurri in questa storica sfida. 

 

 “Sono orgoglioso – dice coach Ceschini – queste ragazze non finiscono di stupirmi. Ero preoccupato che fossero un po' scariche dopo due giorni ferme, e invece hanno interpretato la gara al meglio cercando di sfruttare l'arma della velocità. Vero, le canadesi hanno avuto più chance, ma noi sappiamo di poter contare su due portieri di livello assoluto e oggi la Biondi è stata straordinaria”.

 

Poco tempo per riposare, perchè già oggi è in programma la semifinale contro la Repubblica Ceca (ore 18.30), che ha liquidato il Giappone. Dura, durissima, ma non impossibile.

 

La partita si mette subito bene per l'Italia, che passa in vantaggio dopo 15 secondi grazie a un disco rubato da Stocker, rifinito da Bisi, scaricato a rete da Roccella. Il primo blocco azzurro colpisce a freddo. Sul vantaggio le azzurre costruiscono una gara di contenimento: alcuni passaggi a vuoto vengono sanati dalla sempre attenta Biondi. Alle canadesi serve un power play per piegare la resistenza italiana: è Jerrell a ribadire in rete da due passi dopo un doppio intervento di Biondi. Sull'1-1, con qualche patema, si chiude il primo periodo.

In avvio di ripresa l'Italia ci riprova: disco buon per Roccella dopo pochi secondi ma stavolta Lasis è più brava. Il goalie canadese non può nulla poco dopo, quando a partire in transizione sono la stessa Roccella e De Rocco. La capitana chiude magistralmente a rete per il 2-1. La pressione canadese sale di minuto in minuto, il pari è nell'aria e arriva su un errore della difesa azzurra, che dimentica Kedra davanti alla gabbia. La canadese ha il tempo di aggiustarsi il disco e depositarlo sotto la traversa. Il pari non scompone l'Italia dal punto di vista mentale. Il gruppo è solido e si ricompatta nelle difficoltà. Il caldo si fa sentire, la stanchezza affiora, si arriva alla sirena con la prospettiva di altri dieci minuti di sofferenza. Che trascorrono tra una parata di Biondi, una ripartenza azzurra e innumerevoli contrasti in balaustra: il corpo a corpo è dispendioso, ma l'Italia si fa valere. Si arriva esausti alla sirena. Ai rigori arriva il gol da tramandare ai posteri. Lo segna Franziska Stocker, con incredibile freddezza: si allarga mettendo a sedere il portiere a da angolo quasi impossibile appoggia sotto la traversa. Dall'altra parte Biondi è insuperabile. Qualche secondo di impasse per realizzare di aver vinto, poi tutte in pista a sommergere il portiere. L'Italdonne è seminfinale Mondiale.

 

CANADA – ITALIA 2-3 d.t.r. (p.t. 1-1)

Primo tempo: 0.15 Roccella, 11.24 Jarrell.

Secondo tempo: 4.00 De Rocco, 11.49 Kedra

Rigore decisivo: Stocker

CANADA: Lasis (Fischer). Massè, Hardy, Jarrell, Sorbara, Power, Hennigan, Gutierrez, Oosterveld, Kedra, Grigg, Jaksa.

ITALIA: Biondi (Pompanin). Faravelli, De Rocco, Tartsglione, Ercolani, Speranza, Bisi, S. Roccella, R.Roccella, Di Giovanni, Guazzi, Cipriano, Piccinini, Stocker, Novelli.

 

SEMIFINALI:

ore 17: Usa - Spagna

ore 18.30 Repubblica Ceca - Italia

News Hockey in line