CUS Calcio a 5: la ripresa del campionato è amara

Cus Schio

L'avevamo anticipato in settimana: una ripresa di campionato da "paura" per i cussini, con due gare davvero impegnative ad attenderli.

La prima, quella disputata venerdì sera presso il Pala Gava, non è andata come sperato, alla fine l'hanno spuntata i vicentini dello Schio, seconda compagine capace di violare il tetto amico del Palazzetto Gavagnin dopo il Valli. Partita non eccellete dal punto di vista tecnico e sportivo, ma sicuramente molto emozionate e piena di colpi di scena e tatticismi di buona qualità.

Primo tempo di marca Cus, anche se a passare in vantaggio sono stati gli ospiti con Celebic, che approfitta di un errore in uscita del portiere di casa e sfiorando ti testa insacca il vantaggio Schio. Passa neanche un minuto e i verde-blu approfittano, di un errore degli ospiti, stavolta, e pareggiano con Sabatino. Dopo pochissimi minuti, su schema da calcio d'angolo, arriva il vantaggio Cus, ancora con Sabatino. Buon momento per i nostri, che riescono addirittura a portarsi sul 3-1 con Petrone. Risultato questo con il quale si va al riposo.
Purtroppo nella ripresa la musica cambia completamente. Schio sfodera fin dal primo minuto il quinto uomo con capitan Grotto e il pallino del gioco passa interamente nei piedi dei giallo-rossi. Il Cus prova comunque ad erigere un muro difensivo che dura fino quasi a meta del primo tempo, quando arriva l'episodio chiave dell'incontro: ripartenza di Cordioli dalla sua porta palla al piede, salta un paio di avversari, subendo almeno un paio di calcioni eclatanti, scarico sulla sinistra per un compagno e estremo difensore di casa che si sta per inserire nell'area ospita quando viene letteralmente abbattuto. Per "l'omino in azzurro" tutto regolare, la palla ritorna nei piedi degli ospiti, ed è qui che il portierone di casa commette l'ingenuità più grande della serata, entrata a forbice pericolosa e rosso diretto. Decisione assolutamente corretta, ma forse non si doveva nemmeno arrivare a quel momento, perchè il gioco doveva essere fermato prima. Dopo un po' di bagarre, la gara riprende e anche nei due minuti di inferiorità numerica Cus riesce a mantenere il risultato sul 3-1, ma è solo questione di tempo. Cordioli Jr entra in campo a freddo e sfodera subito almeno tre parate decisive, però a circa 10' dal termine arriva il 3-2 ospite da azione corale impeccabile, seguito dal 3-3, a quel punto la gara è compromessa, i verde-blu si spengono e la loro arma in più, ovvero una fase difensiva impeccabile vacilla e arrivano altre 3 marcature da parte dei vicentini che chiudono definitivamente la partita.
Onore allo Schio che è gran squadra, ma sopratutto ha dimostrato di aver preparato alla grande questa gara, analizzando le varie situazioni di gioco che si sarebbero potute verificare.
Per quanto riguarda i nostri ragazzi, non può bastare l'errore arbitrale e l'espulsione di un pilastro come Cordioli a giustificare un crollo cosi netto, è vero che ad un certo punto è stata una battaglia fatta sui nervi, ma se il primo tempo è stato tra i migliori di questa stagione sportiva, il secondo è stato da incubo, sicuramente anche per grande merito della squadra ospite.
Ora la testa deve andare subito alla coppa, lunedì sera a Zevio, ci aspetta un altra gara difficile ma anche decisiva, perchè vale il passaggio del turno, l'avversario della serata sarà impegnativo ed ha il nome di: l'Hellas Verona!!!!

Sempre avanti e sempre #FORZAcusVERONA!!!!

News Calcio a 5